Immagine

Giro dell’Emilia 2017

Giro Emilia 2017.jpg

 

Cartina Giro Emilia 2017.jpg

 

Ecco tutte le tappe dell’edizione 2017:

1°tappa http://www.openrunner.com/index.php?id=5418039
2°tappa http://www.openrunner.com/index.php?id=6838570
3°tappa http://www.openrunner.com/index.php?id=6838622
4°tappa http://www.openrunner.com/index.php?id=6838727
5°tappa http://www.openrunner.com/index.php?id=6838762
6°tappa http://www.openrunner.com/index.php?id=6841455

Presentazione

RANDOGIRO DELL’EMILIA 2017

IL RANDOGIRO dell’EMILIA 2017 rimane invariato nella forma mentre nei due anelli da 300km. abbiamo diminuito l’altimetria seppure di poco, perché ci è sembrato che chi volesse farlo come Test per la 999 non dovrebbe affaticarsi troppo a circa venti giorni dall’evento. Nel primo anello abbiamo eliminato un tratto di strada deteriorato e nel secondo abbiamo sostituito la lunga salita di Vergato-Cereglio con i due km. del Mongardino. Nel percorso ci sono dei lunghi tratti di pianura ma non mancherà la salita. Si comincia con Castelnuovo ne Monti e la sua Pietra di Bismantova e si prosegue nelle terre di Matilde di Canossa e dei suoi Castelli.Dopo la lunga valle del fiume Secchia si rientra nel modenese scalando il colle di Serramazzoni dal versante di Prignano, attraversamento di Pavullo e ultima nota turistica da notare mentre si rientra a San Vito è il Castello di Vignola che molti lo vedranno illuminato. Chi riparte per il secondo anello dopo un piatto di pasta e magari un pisolino sulle brande situate in palestra, si troverà ad affrontare un lungo tratto di pianura prima di entrare a Imola dove troverà finalmente un Controllo- Ristoro adiacente al circuito automobilistico e al torrente Santerno. Da ora in poi sarà un continuo e lento salire lungo la valle del Santerno fino Firenzuola dove cominceranno i tornanti che portano al Passo di Raticosa. Lunga discesa e poi le bellezze dei due bacini, del Brasimone e di Suviana. Altro Controllo-Ristoro e poi giù a Riola, una foto a Rocchetta Mattei e via Porrettana fino a Sasso Marconi, svolta a sinistra e su a Mongardino, breve ma biricchino che in tante gare agonistiche del passato divideva il gruppo prima del traguardo di Bologna. Un pò di pianura un pò di strada sull’argine del Panaro e rieccoci nel meraviglioso parco di San Vito con le giovani signore che preparano pasta al ragù e tigelle al prosciutto. Sì adesso potete anche farvi la bottiglia di Lambrusco di Grasparossa perché è veramente finita.

Immagine

Road-Book Giro dell’Emilia 2017

ROAD-BOOK dei primi 300 km. divisi in 4 fogli che stamperemo in fronte retro
così a chi non se li è stampati consegneremo due fogli per i 300 e 4 per il 600
Se vuoi scaricarli e stamparli clicca sotto sulle parti del percorso interessate
ROAD-BOOK secondi 300km per chi prosegue per il 600

Pranzo Sociale 2015

Loghi sponsor & C.

Amici ciclisti ed ex, abbiamo il piacere di ricordarVi che, come tutti gli anni, ci ritroveremo tutti insieme al tradizionale pranzo sociale del settore CICLISMO che si svolgerà:

DOMENICA 29 NOVEMBRE 2015 alle ore 12,30

presso il circolo ARCI di Castelfranco Emilia, in via Andrea Costa, 29

MENU’

Tortellini in brodo

Zampone con fagioloni, Arrosto di pollo e coniglio (pollo sottocoscia)

Insalata sui tavoli e Patate fritte

Semifreddo tiramisù

Acqua e vino

Al pranzo possono partecipare TUTTI (ciclisti,familiari,amici) i ragazzi fino a 12 anni non pagano.

Le prenotazioni devono pervenire entro MARTEDI’ 24 NOVEMBRE comunicandole ai

sig. Cuzzani Maurizio (059/926828) oppure sig. Natalini Renzo (059/923356) ore pasti.

Auspicando come al solito la massima partecipazione e ringraziando anticipatamente, cogliamo l’occasione per inviare i nostri più cordiali saluti

Polisportiva  Castelfranco Emilia

Rando Emilia 2015

E’ un anno speciale il 2015, primo perché è in calendario la Parigi Brest Parigi e secondo perché passo la mano. Dopo anni di randonnee dapprima in sella alla mia fida bicicletta, la gloriosa Colnago Master che mi ha visto ( molto bagnato ) solcare il territorio francese nel 2007 e successivamente dare un contributo ad amici tra i quali il mitico Lorenzo Borelli e altri che fin dal suo primo anno del Giro dell’Emilia abbiamo voluto far conoscere la nostra bella regione, l’Emilia Romagna. Abbiamo subito dei cambiamenti un po tutti. Chi ha appeso la bici al chiodo facendo un servizio di prima qualità con il camper al ristoro più famoso dei dintorni, chi lavorando silenzioso nell’ombra coadiuvava il “maestro” Borelli che con la sua verve ed inventiva stradale inventava ogni anno un percorso ricco di storia e tradizione ciclistica, ma anche tanti altri. Ci vedrete chi più e chi meno ancora in giro naturalmente ma in altre vesti. Io sui pedali anche se negli anni ho cambiato mete, preferendo quelle sempre più lontane e da viaggiatore vero. Altri come dicevo, ci hanno confortato e supportato con il loro aiuto e sarebbe inutile nasconderlo. Grazie a tutti e……ci vediamo sulle strade!

Rando Giro dell’Emilia 2015

PRESENTAZIONE 10° EDIZIONE “GIRO DELL’EMILIA”

Km.  400 ACP     e      Km.  600 ACP

 Due anni prima che l’ARI diventasse ufficialmente un’associazione, da  un’idea dell’attuale presidente Rigamonti organizzammo insieme ad altri  rappresentanti di Regione, delle Randonnèe che prendevano il nome dalle classiche dei professionisti. Giro di Lombardia, Giro di Reggio Calabria, Giro del Piemonte, Campania, Trentino e il nostro Giro dell’Emilia che compie così i dieci anni il prossimo 7 Giugno. Dai 200 gradualmente siamo arrivati ad un percorso di 400 e 600 km.che abbiamo battezzato con orgoglio “Randogiro dell’Emilia.” Non abbiamo mai abbandonato il 200 che quest’anno si svolgerà in data diversa, 22 Giugno, perché crediamo che serva come avviamento a distanze maggiori. Anzi nello stesso giorno e su parte dello stesso percorso ci saremo anche con una Ciclopedalata di 120km. I percorsi di 400 e 600km prenderanno il via contemporaneamente dalle ore 9,30 alle 10,30. Dopo i primi 400km ci sarà il controllo nel luogo di partenza, con possibilità di doccia e pasta party. Chi si ferma sarà omologato per il 400 e chi prosegue dopo altri 200 km sarà omologato per il 600. Il percorso rispetto al 2013 avrà due piccole varianti che corrispondono a due nuovi controlli. Non cambia la modesta altimetria in quanto riteniamo che favorisca una maggiore partecipazione essendo valido come ACP/BRM, per la pre qualificazione alla “Parigi-Brest-Parigi” oltre a far parte della classifica “Campionato Italiano ARI.” Chi ci ha seguiti in questi anni sa che abbiamo cambiato spesso il percorso per offrire a chi partecipa nuovi stimoli che insieme alle bellezze del nostro Appennino hanno l’intento di alleviare le fatiche. Si scalerà il passo della Futa e si tornerà a passare dal centro storico di Modena in notturna percorrendo un tratto di via Emilia che ha compiuto 2200 anni dove faremo una sosta-controllo sotto la torre Ghirlandina che insieme al Duomo sfoggia i suoi marmi appena puliti e illuminati a giorno. Per chi verrà a trovarci per la prima volta non mancherà di apprezzare l’ampio parco dove sarà allestito il ritrovo, all’interno ci sarà la possibilità di parcheggiare con Camper o tenda. Al pasta party finale seguirà un contorno di frutta di stagione e i vini Pignoletto-Montuni e Alionza offerti dal nostro maggior Sponsor.

IL CONSORZIO DI TUTELA VINI DOC DEL RENO

 

 IL COMITATO ORGANIZZATORE

Un Week End di piacere

Sabato e Domenica sono state due giornate fortunate e belle ma non per il meteo, alcuni hanno preso un po di acqua altri meno ma quello che più conta e che ci siamo ritrovati un po tutti. Sabato ho dovuto lavorare e non c’ero alla partenza dei rando del 600 ma …mi sono rifatto nella notte dove li ho sfamati e cercato di coccolarli un po. Un piatto di pasta calda all’emiliana e tanti duroni ( ciliegie di vignola ). Ho visto che avete apprezzato anche i materassini morbidi dove alcuni hanno fatto un sonno, micro o maxi che sia, l’importante era poter riprendere la strada per l’ultima parte di 200km e poi all’arrivo una bella doccia e a tavola. Poi chi si è coricato e chi si è fermato per fare due chiacchiere prima di partire per casa. Insomma, è stato un bel week end. Grazie di essere venuti, grazie di darci la voglia di continuare a ricevervi e al prossimo anno con due novità, oltre al 200 e 600 ci sarà un 400 omologato per chi non se la sente di continuare dopo i primi 400km e una “ciclopedalata” di 120km per iniziare ai percorsi da randonneur